Secondo la Dichiarazione sull'occupazione dell'EASPD del dicembre 2014, le persone con disabilità sono strutturalmente svantaggiate nel mercato del lavoro a causa delle diverse barriere. La loro partecipazione al mercato del lavoro è ancora significativamente inferiore a quella delle persone prive di disabilità. La situazione non è migliorata significativamente negli ultimi 15 anni. Il persistente tasso di disoccupazione delle persone con disabilità deve essere affrontata con un'azione immediata per porre fine alla situazione di esclusione dal mercato del lavoro.

 

INTAMT, ACTA, 36,6 Poland, 36,6 Scotland, BDA, Izmir Governorship, CEIPES, OZARA and ETOD vi ringraziano per il supporto e l’interesse verso il nostro progetto. Siamo quindi lieti di condividere con voi i risultati progettuali e una serie di video.

Slovenia

”The Deaf Serve in Mountain huts”

L'associazione alpina slovena, ha avviato una campagna per ridurre i pregiudizi sulla sordità e i problemi di udito. Un comitato speciale per l'alpinismo per le persone con disabilità ha avviato una campagna pubblica "The Deaf Serve in Mountain huts". L'intera storia è presentata dai principali attori e volontari del progetto.

Guarda il video qui

Avantus

Il centro per l'impiego Avantus, un'altra azienda sociale locale, è specializzata nella realizzazione di calze e nella produzione di giocattoli fatti a mano per bambini, creati da persone con handicap cognitivi. Il centro riceve un compenso fisso dallo stato per fornire posti di lavoro, ma deve ancora operare nelle condizioni concorrenziali di un mercato aperto. Oltre al lavoro, i dipendenti disabili ricevono supporto psicologico, formazione e partecipano a numerose attività sociali.

Avantus gestisce anche il progetto di attivazione sociale cofinanziato dal Fondo sociale europeo e dal Ministero del lavoro e della famiglia, progettato per aiutare i disoccupati di lunga durata. I partecipanti al progetto migliorano le proprie abilità funzionali sociali e utili (abilità informatiche, app di scrittura, colloqui di lavoro e formazione). All'interno del programma esercitano attività lavorative in un ambiente di lavoro concreto e possono applicarsi in diverse mansioni lavorative.

Per maggiori informazioni sul meeting a Maribor visita il sito web

Turchia

“Equal chance Project” a Izmir

Vestel Electronics Company è la terza più grande holding industriale in Turchia. Nel 2015 la Vestel ha iniziato ad assumere persone con bisogni speciali e conta attualmente 441 dipendenti con disabilità su 7000 dipendenti in totale.

Con il progetto "Equal Chance” (Pari opportunità) realizzato dalla Vestel per aumentare il tasso di occupazione della disabilità in fabbrica, le persone con problemi di udito, di linguaggio o altre disabilità sono state assunte dopo un programma di training. Le linee di produzione in fabbrica sono appositamente progettate per un facile utilizzo da parte delle persone disabili. Circa 380 persone sorde o con handicap del linguaggio sono state assunte nell'ambito del progetto continuano tuttora a lavorare in condizioni adeguate.

Guarda il video qui

Evoluzione del senso di autocompiacimento nel lavoro a Medipark

Il centro medico, presentato da Ayhan Benli, direttore del centro, impiega 70 persone, due delle quali disabili. Il centro organizza corsi di formazione interna, crea un ambiente confortevole e privo di barriere e ha un manager per l'inclusione. Sezer Can Polat (40% disabilità fisica), dopo essersi laureato presso il dipartimento di Tecnologie delle Installazioni dell'Università di Aksaray, adesso lavora a Medipark da un anno, in questo video la sua testimonianza.

Guarda il video qui

Per maggiori informazioni sul meeting in Turchia visitate il sito web

L'impatto positivo può essere raggiunto solo se vengono soddisfatti i prerequisiti sociali di base e il membro del gruppo target possiede un know-how strutturale per esercitare l’influenza sociale. Sapere come costruire un pozzo è inutile se non ci sono acque in tutta la regione. Pertanto, il successo delle misure inclusive dipende direttamente dalla percezione sociale dei datori di lavoro, degli enti governativi e delle persone con disabilità.

(DISEMEX Final Report)

Trovi altri video sul canale YouTube del progetto DISEMEX
Polonia

“Szansa Pracy” (“Opportunità di lavoro”)

Il centro per l’impiego “Szansa Pracy” è stato premiato come miglior datore di lavoro di persone disabili sul mercato del lavoro aperto nel 2019, con il premio Lodołamacz / Icebreaker da parte del POPON - Organizzazione polacca dei datori di lavoro delle persone con disabilità. L'ambito dei servizi ESO include orientamento professionale, supporto psicologico e legale, inserimento lavorativo, ecc. L'ESO aiuta anche le organizzazioni a definire percorsi diversi e ad accogliere le persone con handicap in vari programmi di lavoro.

Le attuali limitazioni al lavoro in Polonia comportano un tasso di occupazione tra le persone con disabilità del 23%. Oltre alle difficoltà nel trovare lavoro, vi è un altro problema significativo che riduce il numero di occupati, ovvero la mancanza di motivazione, causata, tra l'altro, dalla paura di perdere la pensione (di invalidità) che non verrà automaticamente rimborsata, qualora la persona fallisca nel suo tentativo di integrazione professionale. 

Guarda il video qui

Per maggiori informazioni sul meeting in Polonia visita il sito web

Romania

Associazione Alsterdorf

Alsterdorf è una filiale del centro di consulenza di Amburgo Alsterdorf, attiva in Romania dal 1990. Alsterdorf opera in diversi settori e offre servizi di consulenza per persone con disabilità cognitive che cercano integrazione nel mercato del lavoro. A tal fine, l’associazione offre servizi di consulenza individuale per dipendenti e datori di lavoro. Gli psicologi e gli assistenti sociali supportano l'assistenza e, in base allo stato di salute individuale, offrono anche consigli per per la scelta della carriera. L'obiettivo principale, tuttavia, è quello di introdurre le persone nel mondo del lavoro.

Guarda il video qui

Per maggiori informazioni sul meeting a Oradea visita il sito web

Germania

"Ci concentriamo sulla fornitura di un ambiente di lavoro in cui ogni individuo possa utilizzare i propri punti di forza personali per lo sviluppo di se stessi e dell'azienda". (Evonik Bilancio di sostenibilità 2018)

Evonik è uno dei leader mondiali nelle sostanze chimiche. Più di 32.000 dipendenti lavorano insieme in tutto il mondo, sia negli uffici che negli impianti di produzione. La società può essere considerata un esempio di integrazione riuscita delle persone con disabilità: ha superato la quota per l'occupazione delle persone con disabilità (5% obbligatorio in Germania), raggiungendo l'8,4% nel 2019. La chiave del successo è la comprensione totale del termine "inclusione", in cui l'inclusione non è un progetto a breve termine, ma una sfida costante per migliorare una cultura aziendale.

Per maggiori informazioni sul meeting a Dusseldorf visita il sito web

Scozia

“Putting ability first!” (il motto di Remploy)

Durante il meeting in Scozia, il consorzio ha avuto modo di conoscere la "Remploy Scotland", principale specialista della disabilità nel Regno Unito, con oltre 70 anni di esperienza nella fornitura di servizi di supporto al lavoro e alle competenze. Negli anni '80, Remploy ha iniziato a sviluppare programmi per aiutare le persone disabili assieme ad altre imprese che consentano loro di diventare più sicuri della propria disabilità e ha aperto la prima filiale del centro città, fornendo una vasta gamma di supporto occupazionale specializzato nel 2006. Nel giro di pochi anni gestisce decine di filiali in tutta la Gran Bretagna.

Guarda il video qui

Per maggiori informazioni sul meeting in Scozia leggi il sito web

Segui i nostri ulteriori progetti nel campo dell'inclusione sui social media:

Facebook Youtube
Modifica la tua iscrizione    |    Vedi nel browser

Il progetto DISEMEX è co-finanziato dal programma Erasmus+: Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratica.
Per ulteriori informazioni, puoi contattare il partner più vicino al tuo paese o visitare il nostro sito web: www.disemex.eu

Mandato dal consorzio dei partner di DISEMEX. Per non ricevere ulteriori mail, modifica la tua iscrizione qui

(C) INTAMT A la verifica dell'indirizzo e-mail indicato è necessaria e bisogna accettare di voler ricevere la newsletter. Dati aggiuntivi non vengono raccolti o sono volontari. I dati verranno utilizzati esclusivamente per l'invio della newsletter. I dati forniti al momento dell'iscrizione alla newsletter verranno elaborati esclusivamente sulla base del consenso dell'utente (art. 6 cpv. 1 lett. A DSGVO). La revoca del consenso è possibile in qualsiasi momento. Per revocare il tuo consenso, inviaci semplicemente un'e-mail informale o annulla la tua iscrizione utilizzando al link "Annulla iscrizione" presente nella newsletter. Il trattamento dei  trattamento dei dati già effettuate rimane inalterata dalla revoca.